Recensioni

CATALOGO  “PREMIO LEONARDO DA VINCI 2009″ (in attesa pubblicazione)

Parlare di Isabella Benadduci, ci emoziona in maniera particolare.
L’Artista è divenuta nostra associata alcuni anni fà e, lo scorso anno, è stata nostra ospite a Lecce. In quell’occasione, avemmo l’impressione di trovarci di fronte ad una donna entusiasta e con una grande voglia di vivere.
Accompagnata dall’inseparabile marito, il Colonnello dei Carabinieri Nicolò Mazzaccara, appariva forte e sicura della sue potenzialità di Artista. Avemmo occasione di apprezzare i suoi lavori e ne traemmo grande impressione. La sua opera, profonda e misteriosa è, in realtà, di esplicita chiarezza, sottolineata da una pennellata fortemente narrativa.
La Pittrice, apre sipari su problematiche che vogliono solo essere riconosciute, attraverso immagini che appartengono alla iconografia citazionista, con l’enunciazione di verità universali. Ogni lavoro di Isabella, presenta la significativa testimonianza di un processo di analisi intellettuale e costantemente motivato, che mette a nudo verità nascoste da un sistema sociale apparentemente, ma solo apparentemente, moderno ed evoluto ma che, diversamente, si muove su falsi presupposti ideologici.
Il percorso artistico di Isabella, è costellato dalla perenne ricerca individuale di capire il reale, per tradurlo, poi, in immagini forti e dalla valenza squisitamente etica. Fin troppo chiaro appare, quindi, lo spessore di questa straordinaria ed impareggiabile Artista, limpida ed esemplare nella esecuzione delle sue tematiche, la cui grammatica pittorica, impastata con impianti compositivi di assoluto prestigio, non lasciano spazio né all’ambiguità, né tanto meno alle illusioni intellettualistiche, bensì rappresentano cicli di pensieri, dove forma e colore si coniugano, straordinariamente, col senso preciso del gusto colto e della compiutezza della narrazione classica e, per questo, indissolubili.
Nel mese di ottobre 2009, la Signora Benadduci ci aveva telefonato, dicendoci che si sentiva onorata di ritornare a Lecce per ritirare un altro prestigioso Premio, il Premio Leonardo da Vinci, ma ci confidò che temeva di non poter essere presente all’evento, previsto per il successivo 12 dicembre, a causa della sua malattia che, nel frattempo, l’aveva aggredita. Poi, pochi giorni prima della manifestazione, giunse presso la nostra redazione la notizia che, purtroppo, Isabella non era più tra noi.
Nel corso della consegna dei Premi, il marito di Isabella, è intervenuto telefonicamente e, al pubblico presente, ha voluto testimoniare le ultime parole pronunciate dalla moglie. Inutile dire che l’intervento del Colonnello Mazzaccara, ha destato forte emozione tra i presenti. Ed allora, noi di Italia in Arte, abbiamo deciso di riportare in questa pagina proprio gli ultimi pensieri della indimenticabile Isabella Benadduci, indirizzati al marito ed al Premio da noi organizzato.
Autorizzati dal marito, vi testimoniamo, qui di seguito, le ultime parole dell’Artista.

Il Direttore Artistico  Dott. Roberto Chiavarini

Ciao Nicolò!
Perdonami se ti ho lasciato così repentinamente, ma sapevamo che era una questione di tempo.
Abbiamo condiviso la prima parentesi del nostro rapporto in maniera meravigliosa; continueremo a condividerlo non appena ci riuniremo,
e non avrà più fine.
Rammenta che non sei solo, io sarò sempre al tuo fianco a farti compagnia, a sostenerti, a
consigliarti (che sfacciata!).
E lo sarò anche con chiunque mi ha voluto e mi vuole ancora bene.

La sempre tua Isabella


GRANDI MAESTRI 2009

L’esperienza artistica di Isabella Benadduci è vasta e oramai ben consolidata.
Dotata di indubbio talento artistico, ben coltivato da lungo tempo, trasmette emozioni e sensazioni da lei vissute in prima persona.
Ogni particolare del reale diventa prezioso soggetto artistico, e la luce che lo accompagna viene fedelmente riprodotta sul supporto.
I suoi personaggi rivelano un mondo variegato, fatto di particolari ben curati nella loro unicità.
Per l’artista è l’insieme dei piccoli dettagli messi assieme che crea una più grande e vera opera d’arte.
Come in natura la materia è costituita da atomi così nell’ arte il totale della figura è formato da elementi più piccoli.
Questo è stato compreso e messo in atto dalla mano di Isabella Benadduci che in ogni sua opera bonariamente sfida sé stessa a tagliare nuovi traguardi.

Prof. Dino Marasà

Speciale “DONNA NELL’ARTE”
Servizio su BOE’ n. 3 di Maggio-Giugno 2009

L’artista Isabella Benadduci ha percorso un lungo cammino alla ricerca di un suo stile  espressivo.
Già dotata di un innato talento, come è possibile ravvisare in ogni sua opera, ha colto i frutti della sua esperienza sia nella pittura che nella scultura.
I suoi personaggi colpiscono per la spontaneità di cui sono dotati e per la naturalezza d’espressione.
Elementi pittorici che hanno freschezza , fulgore e dinamicità; elementi scultorei corposi e verisimili che si rifanno alla buona tradizione passata sono i protagonisti, dunque, di un’ arte raffinata e preziosa.

Prof. Dino Marasà

Annuario “Avanguardie Artistiche 2009”
Il ritratto è il dono che l’artista Isabella Benadduci fa al fruitore.
Volti di uomi­ni e di donne dalla grande espressività, desiderosi di trasmettere le loro sensazio­ni ed impressioni a chiunque abbia voglia di prenderle in considerazione.
L’artista è un’ ottima osservatrice degli atteggiamenti umani, nei volti si ravvisa la fedeltà descrittiva di uno sguardo o della tensione di un muscolo del volto.
Tutte caratteristiche queste ultime che ren­dono più immediata la trasmis­sione  delle sensazioni della pit­trice.
Sono dipinti che conten­gono luce spontanea e ricalca­no la lezione dei maestri del passato.
Hanno tutti però una loro per­sonalità che li rende unici nel loro genere ed esclusivi per le dolcezze cromatiche che li costituiscono.
Complimenti vivissimi alla brava pittrice Isabella Benadduci.

Prof.ssa Anna Francesca Biondolillo

Premio Internazionale “Michelangelo 2008”
Una lode ad altissimo livello per il Suo impegno quotidiano che assicura un’importante contributo alla scrittura di un’altra pagina della Storia dell’Arte contemporanea internazionale.

La Direzione Artistica

Trofeo IL TEMPIO”  –  23/02/2008
Un modo di far Arte con uno stile personalizzato che tende ad appropriarsi di un buon equilibrio cromatico, quindi generato dalla forza di volontà, comunicativa che è propria del grande artista.

Prof.ssa Anna Francesca Biondolillo

Annuario “Avanguardie Artistiche 2008”
Un figurativo largamente espressivo è il cardine del fare pittorico della brava pittrice Isabella Benadduci.
Ben strutturato coloristicamente e segnicamente, rivela un talento naturale di grande rilievo.
Ama l’artista rappresentare i vari aspetti del reale, assemblando insieme l’essenza di ogni elemento, sì da fornire un’idea immediata dei suoi intenti espressivi mediante metafore di sicura comprensione.
Così barche ancora in forza sono i mezzi per affrontare il mare, che è luogo di mistero: metafora dell’inconoscibilità del futuro.
Al ritorno dal loro viaggio esse staranno al sole a riposare dalle fatiche affrontate, simboli del meritato riposo.
Un ponte tronco ci ricorda che talvolta i tentativi di superare una difficoltà sono vani, semplicemente perché si è sbagliato strada.
Un uomo su un asino, con alle spalle il mare, è carico di una semantica caratteristica della tradizione meridionale di un tempo passato, ormai quasi introvabile.
Ogni sua opera è un’elegia alla varietà della vita e del mondo che è come la spuma dell’onda, sempre in movimento e mutevole, in una sinfonia caotica che è alla base del divenire.
Divenire multicolore come uno scorcio di un paesino dell’America Latina, chiassoso e affollato, festoso come un inno alla vita ed all’Arte.

Prof. Dino Marasà

Annuario “Avanguardie Artistiche 2007”
Le silenziose figure di Isabella Benadduci sembrano parlare ed invocare lo spirito.
Pittura, infatti, che rappresenta una realtà interiore.L’occhio dell’artista è il solo mezzo per raggiungere la profondità dell’animo umano per poi, con grande estro, tradurne i sentimenti mediante l’arte del supporto.
Una radice di fondo drammatica ed angosciosa, di carattere freudiano, messa in scena con cromie accese, decise e forti nel tratto,che danno prova di grande conoscenza tecnica, da non passare inosservata anche ad un pubblico meno sensibile.

Prof.ssa Anna Francesca Biondolillo

Annuario d’Arte Moderna  – Artisti Contemporanei 2002
Pittoricamente nasce solamente quest’anno sotto la guida della sua amica, l’artista Santa Fattorini di Roma.
La passione per l’Arte l’ha portata inizialmente a decorare la porcellana e a  modellare la creta.La ricerca del colore è stata ispirata da una breve permanenza in Guatemala dove conosce il pittore De Leòn Campos visitandone lo studio; qui apprezza il fascino della figura umana inserita in un contesto di colori tra natura, tessuti e folklore.
L’obiettivo finale dell’artista è il ritratto.

Dott.ssa Tiziana Tamburi

2 Responses to “Recensioni”

  1. elisabetta palermo ha detto:
    21 aprile , 2010 at 17:39

    sono tutte belle le recensione ma le meritava perchè era veramente un’artista.

  2. Maria Vultaggio ha detto:
    21 ottobre , 2016 at 00:49

    Complimenti Signor Nicolo’ ho visualizato le opere di sua moglie Isabella, era proprio una grande artista; mi hanno colpito in particolare i ritratti.
    Bellissimo gesto per ricordare sua moglie e far conoscere le sue bellissime opere, sono certa che ne sarebbe fiera.

Lascia una risposta

Protected by WP Anti Spam

*** DISCLAIMER & COPYRIGHT *** La consultazione del contenuto del sito é consentita, limitatamente all'uso strettamente personale e con divieto di commercializzazione dei contenuti anche a scopo pubblicitario. E' consentuita, altresì, la diffusione di detto materiale, purché sia data notizia della fonte.