PREMIAZIONE POETI ”SANREMO 2014”

.

PREMIAZIONE POETI ''SANREMO 2014''

PREMIAZIONE POETI ''SANREMO 2014''

.

C’È UN CUORE CHE BATTE (Video – canta Antonello Venditti) –
ttps://www.youtube.com/watch?feature=player_detailpage&v=gedfYCnByj0

.

LETTERA APERTA ALLA CUGINA LUCIANA

in Roma, mercoledì 27 di agosto del 2014

.

Alcuni giorni fa,  nel riordinare i documenti del mio P.C.,  ho improvvisamente ritrovato una Mail che la cugina Luciana mi inviò lo scorso 18/05/2012, a cui avevo immediatamente risposto; purtroppo (all’epoca) per un improvviso salto di corrente persi la posta elettronica pendente.
Due giorni fa, senza apparente motivo, sono riapparse le Mail perdute fra cui quella della cugina Luciana:

.

(stralcio): Caro Nicolò,  ricordati che sei un privilegiato: hai conosciuto una tale ricchezza e pienezza nella tua vita, del tutto eccezionale, un bene prezioso che ti è stato donato gratuitamente e credo possa riempire anche la tua solitudine di oggi.
Voglio ricordarti, sperando ti sia di conforto, quello “scritto” attribuito forse arbitrariamente a Sant’Agostino: probabilmente già lo conosci …                             “SE MI AMI NON PIANGERE”
.
Milano, 18 maggio 2011 – h. 2245
.

e la mia risposta di allora fu:

.

(stralcio): Carissima Lucianina (permettimi il tenero vezzeggiativo). Ti ringrazio per questa tua lettera che mi ha fatto enorme piacere e, nello stesso tempo, mi dà molto  conforto    …………………
Ho apprezzato tantissimo le tue dolci ed affettuose espressioni nei confronti di Isabella e miei; sicuramente ho avuto una grande fortuna, quella di aver incontrato una sposa che ha riempito la mia vita e … che ancora me la riempie.
Mi accorgo dalle tue parole che tu hai una grande Fede e t’invidio; io, purtroppo, ho perso questo dono, che pure in passato ho avuto, ed in questo difficile momento debbo reagire con il solo aiuto della ragione.
Ciò non toglie, però, che l’educazione e gli insegnamenti ricevuti in gioventù hanno lasciato in me una profonda spiritualità che mi fa credere in un mondo migliore che ci aspetta … un mondo dove Isabella attende serena che io la raggiunga.      ………
Il mio rapporto con Isabella continua ininterrottamente tramite la poesia, che lei mi ispira e che io traduco in parole: ………….…….

San Vito lo Capo, 19 maggio 2011 – h. 02,30

.

Ciò mi è sembrato uno dei tanti segnali che la mia adorata Sposa Isabella mi invia continuamente dal Mondo Ultraterreno dove mi ha preceduto e mi aspetta paziente.

.
Ecco lo “scritto” attribuito a Sant’Agostino:

.

SE MI AMI NON PIANGERE
.
Se mi ami non piangere!
Se tu conoscessi il mistero immenso del cielo dove ora vivo,
se tu potessi vedere e sentire quello che io vedo e sento
in questi orizzonti senza fine
e in questa luce che tutto investe e penetra,
tu non piangeresti se mi amassi.
Qui si è ormai assorbiti dall’incanto di Dio,
dalle sue espressioni di infinità bontà e dai riflessi della sua sconfinata bellezza.
Le cose di un tempo sono così piccole e fuggevoli al confronto.
Mi è rimasto l’affetto per te: una tenerezza che non ho mai conosciuto.
Sono felice di averti incontrato nel tempo finito,
anche se tutto era allora così fugace e limitato.
Ora l’amore, che mi lega profondamente a te, è gioia pura e senza tramonto.
Mentre io vivo nella serena ed esaltante attesa del tuo arrivo tra noi,
tu pensami così!
Nelle tue battaglie, nei tuoi momenti di sconforto e di solitudine,
pensa a questa meravigliosa casa,
dove non esiste la morte, dove ci disseteremo insieme,
nel trasporto più intenso, alla fonte inesauribile dell’amore e della felicità.
Non piangere più, se veramente mi ami!
.
.

Questo “brano”, che io definisco una preghiera, riassume nella forma più completa il mio “sentire” attuale e mi ha riportato alla mente altri due composizioni che, in tempi diversi, ho incontrato casualmente nella “rete” e che ho dedicato alla mia Isabella.
Mi piace pensare che questi “incontri” non siano così “fortuiti”, ma precisi messaggi che Isabella mi invia per lenire la “sofferenza” che domina lo scorcio della vita che ancora mi è dato vivere:

“sofferenza” e NON “solitudine”

perché Isabella è sempre presente nei miei “pensieri” e nella mia “fantasia”.

.

Le due composizioni cui faccio cenno sono:

.
Un brano tratto dall’opera “Remember (Josh Groban with Tanja Tzarovska)”, che io feci  mia.
La stampai come messaggio subliminale inviatomi da Isabella e la distribuii in chiesa il giorno del suo funerale.

a Nicolò da Isabella

RICORDA

.

Ricorda, io sarò ancora qui così a lungo
quanto tu mi terrai nella memoria.
Ricorda,  quando i tuoi sogni saranno finiti,
il tempo stesso può essere vinto.
E’  sufficiente che tu mi ricordi:
io sono l’unica stella che brilla in modo così raggiante,
e l’ultima luce che svanisce nel sole che sorge.
Sono con te ogni volta che tu racconti la mia storia.
Perché io sono ciò che ho fatto.
Ricorda, io sarò ancora qui così a lungo
quanto tu mi terrai nella tua memoria.
Io sono quella voce nel vento freddo che bisbiglia.
E se tu ascolti mi sentirai gridare attraverso il cielo.
Sin quando io riuscirò ad allungare la mano fino a toccarti,
io non morirò.
Ricordati, io non ti lascerò mai se tu soltanto ti ricordi di me.
Ricordati di me.
.

da REMEMBER (Josh Groban with Tanja Tzarovska)

.

Un “Canto” dei nativi americani che ho dedicato ad Isabella:

.

a Isabella da Nicolò
Roma, sabato 5 di aprile del 2014 alle ore 04,00

.

CANTO DEGLI INDIANI NAVAJO

.

Non piangere sulla mia tomba, non sono qui.
Non sto dormendo.
Io sono mille venti che soffiano.
Sono lo scintillio del diamante sulla neve.
Sono il  sole che brilla sul grano maturo.
Sono la pioggia lieve d’autunno.
Quando ti svegli nella calma mattutina
sono il rapido fruscio degli uccelli
che volano in cerchio.
Sono la tenera stella che brilla nella notte.
Non piangere sulla mia tomba, io non sono lì.
.
(anonimo nativo americano )

.

Appare davvero singolare la coincidenza dei sentimenti espressi in queste tre composizioni, così lontane nel tempo, nello spazio e per cultura; evidentemente, al di là delle singole dottrine, si possono ricondurre al concetto di “AMORE UNIVERSALE”, immanente in tutto il “CREATO”.
E’ dunque questa l’unica “Forza Vitale” che ci governa, capace di superare la dicotomia “VITA/MORTE”, annullandone gli effetti apparenti in un “UNICUM” che la filosofia greca chiamò “MONDO IPERURANIO” ovvero il Mondo delle Idee.
Oggi è questa la mia Religione, capace di trascendere tutte le credenze del mondo e raggiungere così l”ETERNITÀ”, che Dante, con una felice intuizione, superando l’originaria interpretazione tolemaica legata alla centralità del Sole, identifica come  “ARMONIA DELLE SFERE CELESTI“, intesa come “EQUILIBRIO DELLA DIMENSIONE SPIRITUALE”.

.

PARADISO-Canto I

Dante vede Beatrice fissare il Sole; egli fa altrettanto, ma poi comincia a fissare gli occhi di Beatrice, che diventano sempre più scintillanti, mentre le sue orecchie sentono

“L’ARMONIA DELLE SFERE CELESTI“

Dante e Beatrice stanno ascendendo attraverso la sfera del fuoco verso il Paradiso, come di necessità fanno tutti i corpi purificati.

.
Beatrice tutta ne l’etterne rote
fissa con gli occhi stava; ed io in lei
le luci fissi, di là su rimote
(Par I, 64-66)
il PARADISO di DANTE

il PARADISO di DANTE

(…) le cose tutte quante
hanno ordine tra loro, e questo è forma
che l’universo a Dio fa simigliante.
( Par I, 103-105 )

.

La lettura di questi “Brani” mi esortano alla “Rassegnazione”ma questa, purtroppo, è una freccia che non ho nella mia faretra e mi rimane solamente una “ribellione” sorda che riesco a temperare solo con il mio rapporto “metafisico” con Isabella e con la “poesia”.

e   !!! PIANGO … PIANGO … PIANGO !!!

.

in Roma, mercoledì 27 di agosto del 2014

.

In data 29 marzo 2014 ho dedicato ad Isabella la lirica “AMORE MI MANCHI”, vincitrice del Festival dei Poeti “Sanremo 2014”
(vds. Poesie d’Amore: Premiazione Poeti “Sanremo 2014″ – luglio 2014)
.

LA FORZA DELL’AMORE

a Isabella da Nicolò
in occasione del 44° anniversario di matrimonio
LA FORZA DELL'AMORE

LA FORZA DELL'AMORE

COMMENTO dell'Autore

COMMENTO dell'Autore

.

LA FORZA DELL’AMORE

a Isabella da Nicolò

Ciao Amore …… Amore Ciao !
Tu mi aspetti nel tuo Mondo,
ma io in questo mi trattengo,
… nell’attesa io vado a fondo,
Sempre più si riduce l’attesa
per un nuovo abboccamento,
che può far tornare a vivere
il nostro primo appuntamento.
Solo questo e ciò ch’io bramo,
avran termine i miei tormenti,
perché così due poveri Amanti
potranno ricucire i sentimenti.
I Cavalieri avevo respinto,
ma tornati sono all’attacco
con l’intento di schiacciare
il mio Amore sotto al tacco.
Ieri mattina io sono venuto
a trovarti nella tua dimora:
perché tu sola puoi mutare
un Tramonto in un’Aurora
Hai ascoltato le mie preci,
consolato hai il mio cuore,
tu m’hai dato la tua Forza
perché io cibi il mio Cuore.
Il mio cielo si è schiarito,
i neri nembi sono fuggiti
con i quattro Cavalieri
ormai resi meno arditi.
Fu una vittoria dell’Amore:
non esiste una Forza uguale
che nel mondo dei mortali
annulli l’Amore Universale.

in Roma, alle ore 03,30 venerdì 15 di agosto del 2014

.

COMMENTO: dell’Autore

L’AMORE È VITA

Questo Autore, dopo aver ricacciato l’aggressione dei 4 Cavalieri  subisce un nuovo assalto che nuovamente prostra il suo animo debilitato dalla lunga lotta.
https://www.youtube.com/watch?v=0irBu6Qtmlc (video:Il Rimpianto)
Così torna alla residenza terrena della sua amata Sposa affinché, dal suo Mondo Ultraterreno, lo ristori con la Forza del suo Amore, unico alimento che lo ha sostenuto, dapprima nel Mondo dei mortali, ed ora dal suo Mondo Iperuranio

l'Albero della Vita

l'Albero della Vita

.

Nell’antica Grecia c’erano fondamentalmente quattro termini per definire l’amore:

AGÀPE – STORGÈ – ÈROS – FILÌA

L’Amore di cui tratta questo Autore è “ÈROS”, ossia l’Amore romantico: l’attrazione fisica che esiste fra un uomo e una donna nell’ambito del matrimonio. Attualmente questo concetto derivato dalla civiltà “cristiana” appare “ limitativo” in quanto nel XX Secolo è stato esteso anche al di fuori del matrimonio ed all’Amore “omosessessuale”.
Gli altri “tipi” di Amore sono:
STORGÈ: L’Amore all’interno della famiglia
AGÀPE: L’Amore di Dio e verso Dio
FILÌA: L’Amore fra amici
Il complesso di tutti questi “AMORI” racchiude tutto “L’AMORE UMANO” che è solo una “sfaccettatura” del più vasto concetto di “AMORE UNIVERSALE”.
AMORE UNIVERSALE

AMORE UNIVERSALE

*** DISCLAIMER & COPYRIGHT *** La consultazione del contenuto del sito é consentita, limitatamente all'uso strettamente personale e con divieto di commercializzazione dei contenuti anche a scopo pubblicitario. E' consentuita, altresì, la diffusione di detto materiale, purché sia data notizia della fonte.