“OGGI È NATALE” 2013

a Isabella da Nicolò

Ciao Amor mio … oggi è Natale !
è un Natale tutto nostro.
Sulla terra io ci sto male,
tutto attorno pare un mostro.
Tu sei l’unica salvezza
che permette andare avanti,
che alfin scaccia la tristezza
con messaggi accattivanti.
Triste è stata la mia notte
ed ho scritto versi accorati
che descrivono le lotte
degli umani sfiduciati.
Però oggi la tua luce
torna a illuminarmi il cuore,
mi consola e mi conduce
verso un mondo pien d’amore.
Ti ricordi quando in crisi
affrontasti Tu il tormento
d’esser “moglie di …”, io risi,
non capivo il patimento.
Poi pian piano l’accettasti,
sol l’Amore era importante
e trovammo i nostri fasti
in due cuori palpitanti.
Ma il destino si ripete:
nel diffonder la tua stella
oggi ormai a me compete
esser “marito di … Isabella”.
Noi siam sempre in pareggio,
due “mezze mele” componemmo
e proseguiamo con coraggio
per sconfiggere ogni affanno.
Ciao Amor mio … Buon Natale
nel tuo Mondo Ultraterreno
e che io sconfigga il Male
nel mio corpo che oggi è freno.
IO TI AMO … E TU MI AMI
questo e solo ciò che conta:
io rispondo ai tuoi richiami,
l’Armonia ora è raggiunta.

.

in Roma, il 25 di dicembre del 2013 alle ore 12.00
.
COMMENTO DELL’AUTORE
Questo Autore, dopo una notte insonne in cui ha sfogato il proprio malessere (vds. NOTTE SANTA 2013) per il mondo dove ancora deve sopravvivere, si riconcilia con sé stesso colloquiando con la sua amata Sposa Isabella che, dal Mondo Iperuranio in cui lo aspetta, lo supporta con la sua presenza metafisica affinché possa sopportare la loro temporanea separazione.
L’auspicio è sempre l’Avvento dell’Amore Universale.

 

“?NOTTE SANTA?” 2013

poesia esistenziale

Notte Santa, oggi è Natale
in un mondo che sta male !
Scorre il tempo senza posa
la Bontà oggi s’è ascosa.
Cresce più il Materialismo,
la Virtù è un Eufemismo:
ognun cerca il Tornaconto,
la Carità pare un affronto.
Oggi è la festa del Signore ?
ma noi viviamo nell’errore:
predichiamo il Buonismo,
ma c’è solo Consumismo.
Fanno i “media” propaganda
perché fame non s’espanda
ed esortan tutte le genti
perché cessino i patimenti
delle classi più sfortunate
a cui mancan le derrate.
Questi son solo i tranelli
che appropriati ritornelli
ci convincono a donare
ciò che altri devon dare.
Chi vuol dispensare Bene
a chi è afflitto dalle pene
che lo faccia di persona
se ha per fine opera buona.
Non ci sia intermediario
con il mondo finanziario
chi ha di più lo dia sereno
a coloro che hanno meno.
Tutte le organizzazioni
lucran sulle donazioni:
la più parte del donato
è un furto autorizzato.
Alle origini torniamo,
e chi ruba licenziamo,
diamo a chi ha ne bisogno,
chi lo vuole apra il pugno.
È una triste Notte Santa,
la speranza si è infranta
noi dobbiam ricominciare
e riprendere ad AMARE.

.

in Roma, Notte di Natale del 2013 alle ore 03.00

.

COMMENTO DELL’AUTORE
L’Autore non si riconosce più nel mondo che lo circonda ed osserva atterrito il diffondersi dell’egoismo e della corruzione.
L’individualismo ha preso il sopravvento e, dopo un secolo sconvolto da due guerre mondiali e da vari conflitti locali, l’umanità ha scelto come obiettivo primario il benessere ed il soddisfacimento edonistico della vita.
I governanti, i magistrati i sacerdoti ed i maestri, da sempre preposti a guidare ed educare le popolazioni, hanno abdicato alla loro missione, contribuendo così al decadimento di quei valori morali che sono l’unica fonte di civiltà e di progresso per l’umanità.
IL MIRAGGIO DELL’AUTORE RIMANE
“L’AMORE UNIVERSALE”

*** DISCLAIMER & COPYRIGHT *** La consultazione del contenuto del sito é consentita, limitatamente all'uso strettamente personale e con divieto di commercializzazione dei contenuti anche a scopo pubblicitario. E' consentuita, altresì, la diffusione di detto materiale, purché sia data notizia della fonte.