IL 15 DI AGOSTO

IL 15 DI AGOSTO 1
IL 15 DI AGOSTO (testo)

IL 15 DI AGOSTO (notizie)

IL 15 DI AGOSTO (notizie)

IL 15 DI AGOSTO

a Isabella da Nicolò

Quel quindici d’agosto nacque la passione
ma al tempo stesso nacque anche l’Amore;
poi, lo stesso giorno, il sogno fu compiuto
perché unì le anime ed i corpi con ardore.
È il cuore mio che parla, spinto dal dolore,
ed oggi vuole inviarti ancora il suo saluto
perché sempre più alimenti il nostro Amore
fino a ché il mio tempo non sarà scaduto.
Passerò il giorno con il gruppo a noi caro,
la Scuola Sub che fu la nostra compagnia,
e sarai con noi, con il tuo sorriso chiaro,
per ricondurci ad un passato di armonia.
Passerò a prenderti domani, di mattina,
fatti pronta per potermi accompagnare,
e la tua immagine, a me sempre vicina,
la porterò nel cuore per poterti amare.
Ti riaccompagnerò, sul finir del giorno,
verso il tuo mondo, dove tu mi attendi:
ci saluteremo sulla strada del ritorno
pria che la notte il mio sogno affondi.
In quel mondo, che è fra cielo e mare, (*)
finalmente la coppia si potrà riunire,
nulla più , allora, ci potrà separare …
la nostra Unità mai più potrà finire.

in Roma il 15,00 di agosto 2012 alle ore 24,00

(*) CIELO E MARE (video di Pietro Vizzini)
http://www.youtube.com/watch?v=Vm8xlsJMXsU&feature=player_detailpage

L’Autore, in questo 15 di agosto, giorno in cui si conobbero (1966) ed in cui si sposarono (1970), manda un messaggio di Auguri alla sua sposa Isabella per comunicarle che ha accettato l’invito degli antichi amici subacquei e le chiede di partecipare alla riunione.
Un nuovo “sogno” ha inizio: andrà a prenderla dove riposa e poi la riaccompagnerà ”sul finir del giorno”, prima che l’atmosfera onirica si dissolva.
La giornata termina ricordando la “profezia Maya” che, insieme ad Isabella, conobbero durante la loro permanenza in Centro-America.

LA FINE DEL TEMPO (profezia Maya)

Nel 2012 arriverà la fine del mondo? Il 21 dicembre 2012 finirà la vita sulla terra?
C’è chi ha sostenuto o continua a sostenere che l’anno 2012 sia destinato a chiudersi con la fine del mondo.
Sono state molte le ipotesi catastrofiste avanzate e su tutte capeggia quella più suggestiva e violenta: il 21 dicembre 2012 un asteroide dovrebbe cadere sulla terra provocandone la distruzione.
Ma chi ha previsto la fine del mondo? Chi ha identificato nel 2012 l’anno della catastrofe distruttiva?
Secondo i bene/male informati la profezia della prossima ed imminente fine del mondo sarebbe contenuta nelle scritture Maya. Attenzione, chi individua negli studi dei Maya una profezia catastrofista potrebbe commettere un errore: in vero i Maya non hanno mai esplicitamente espresso alcuna vaticinio sulla fine del mondo e non si ha traccia di nessuna evidente loro profezia relativa al 2012 come anno della distruzione globale.
Per i Maya questo 2012 sarebbe stato solo l’anno conclusivo del loro calendario. Mentre noi abbiamo un sistema di computo del tempo capace di misurare gli anni all’infinito (infatti calcoliamo lo scorrere delle età basandoci sulla ripetizione ciclica e matematica dei mesi), i Maya, invece, avevano un calendario “finito” ovvero composto da un numero di anni predeterminato.
Di quanti anni era composto il calendario Maya e cosa sarebbe accaduto una volta esauriti tali anni?
I Maya consideravano nei loro calendari cicli finiti di 5 mila anni ciascuno: questi 5 mila lunghi anni corrispondevano ad un’era. Una volta chiusi tali lunghi periodi non sarebbe finito il mondo ma semplicemente, al termine del computo, i Maya dichiaravano conclusa un’era e accoglievano l’inizio dell’era successiva.
Il 2012, secondo le previsioni Maya , chiude un’era e determina un cambiamento cagionato dal passaggio ad una nuova era. Ciò dimostra che verosimilmente nessuna previsione catastrofista è contenuta nelle scritture Maya: chi paventa ipotesi terribili confonde la fine del calendario Maya con la fine del mondo e di fatto c’è una enorme differenza tra queste due cose!

Lascia una risposta

Protected by WP Anti Spam

*** DISCLAIMER & COPYRIGHT *** La consultazione del contenuto del sito é consentita, limitatamente all'uso strettamente personale e con divieto di commercializzazione dei contenuti anche a scopo pubblicitario. E' consentuita, altresì, la diffusione di detto materiale, purché sia data notizia della fonte.