SMARRIMENTO

Vagano i miei pensieri …

affollano la mente,

nascono e si rincorrono …

ma non si fan parola.

La Casa del Silenzio

incombe su di me!

Tangibile … il Silenzio

di tutto s’impossessa .

Flebile è la mia voce …

sterile  la mia penna !

Sì …la tristezza incombe,

soffoca l’alma mia,

la mia poesia ora tace …

non c’è più compagnia.

Ed il grigiore tetro

del mio grande dolore

avvolge il TUTTO intorno:

scomparso è ogni COLORE.

Roma, giovedì 6 gennaio alle ore 01,20

L’Autore, nel prosieguo della sua speculazione esistenziale, avverte che qualcosa gli sfugge: i pensieri si affollano e formano concetti, ma trova difficoltà a tradurli in parole; ciò acuisce il dolore che lo pervade, perché teme che possa spezzarsi quel sottile filo che lo unisce alla sua adorata sposa.

Lascia una risposta

Protected by WP Anti Spam

*** DISCLAIMER & COPYRIGHT *** La consultazione del contenuto del sito é consentita, limitatamente all'uso strettamente personale e con divieto di commercializzazione dei contenuti anche a scopo pubblicitario. E' consentuita, altresì, la diffusione di detto materiale, purché sia data notizia della fonte.