UN UOMO A META’

a Isabella da Nicolò in Roma,  27 maggio 2010 – h. 03,15


La vita era mia … da solo ero mio:

forse incosciente, forse folle ero io !

Poi di colpo fu AMORE …  finì ’unità,

ora solo son mezzo … , ne manca metà.

Compresi così che la coppia soltanto

trasforma la vita e la rende un incanto.

Due spiriti simili, già colmi d’amore

uniron due corpi  … seppur con pudore !

Lo scorrer del tempo cementò la passione,

e l’amore si accrebbe in quella fusione.

Ma un destino crudele dimezzò l’unità,

complice il Fato che rapì una metà.

Rimase il mio corpo,

il tuo spirto migrò,

non resta che attendere …

TI RAGGIUNGERO’.

Nicolò


Lunedì 17 maggio 2010 – H. 10.59

DA MANUEL PEREZ – SIVIGLIA (ES)

Amigo Nicoló, tanto me alegra saber de tí y de los merecidos homenajes a Isabella.
Decirte que sigo acordándome de tí, y sólo espero que poco a poco vayas superando tan gran pérdida.
Un abrazo, y vive cada homenaje a ella como una muestra más del amor que sentísteis el uno por el otro.
Ella ahora vive a través de tí, así que ella no quiere verte triste, sino feliz.
De nuevo, un fuerte fuerte abrazo.

MANOLO

Domenica 16 maggio 2010 – h.15,52

DA ENZA E ARTURO FALZONE – MILANO

Sei grande Isabella,lo sei sempre stata e ora lo sei ancora di più.

Rimani sempre nei nostri cuori e nei nostri pensieri con la gioia che ha fatto di Te una persona speciale.

Ti vogliamo bene anche se siamo un po’ arrabbiati che TU abbia lasciato Nicolò, pur coscienti che non lo hai abbandonato e che gli sei sempre accanto.

Sai Isabella, anche per noi amici è difficile accettare questa realtà.

Ed è per questo motivo che non Ti abbiamo mai scritto ma è inutile dirTi tutto ciò …

Tu lo sai già.  Enza e Arturo

IL TUO SORRISO

a Isabella  da Nicolò in Roma, 10 maggio  2010 – h. 03,40


Il tuo sorriso ancora m’accompagna,

è sempre presente, m’aiuta a camminare.

Con quello m’insegnasti che è facile donare

le briciole di gioia che l’infelice agogna.

Non costa nulla … ed è di grande aiuto!

E’ sufficiente solo cercar di farsi forza …

lasciar dietro di noi tutto quel che ci angoscia.

Così a coloro che incontriamo per la via,

a cui forse il destino concesse solo affanni,

possiamo offrirgli in dono un tenero sorriso,

senza che sia importante se poco o tanto costi.

Tutti lo accetteranno … Sì! senza eccezioni,

perché non c’è pietà in chi offre questi doni,

bensì solo l’amore  verso un fratello afflitto.

E’ questo Amore mio, quello che m’insegnasti,

certo non con parole, di più con i tuoi gesti.

Fu questo che apprezzarono amici e conoscenti:

ancora ti ricordano, ed anche a loro manchi.

E ognor quel tuo sorriso di nuovo ci rincuora

quando la mala sorte ci offende oltremisura.

Sorridi Amor … sorridi al tuo romito amante,

dagli la forza giusta perché alla fine giunga

a dispensare agli altri la luce di un sorriso.

E infine con la gioia del poter donare

rivedere il tuo sorriso, gioire del tuo amore.

a Isabella  da Nicolò

*** DISCLAIMER & COPYRIGHT *** La consultazione del contenuto del sito é consentita, limitatamente all'uso strettamente personale e con divieto di commercializzazione dei contenuti anche a scopo pubblicitario. E' consentuita, altresì, la diffusione di detto materiale, purché sia data notizia della fonte.